I dolori da non sottovalutare mai


L'American College of Physicians ha stilato un elenco di dolori e sintomi che possono essere indicatori di malesseri gravi:

 

  • Il mal di testa: un mal di testa molto forte e intenso e diverso dalle altre volte (per chi ha già avuto un episodio di cefalea) può essere  spesso associato ad un aneurisma. Pertanto quando il dolore si fa molto più forte del solito è opportuno farsi visitare.
  • Dolore all’addome: ad esempio un forte dolore all’addome, al braccio sinistro e un senso di soffocamento sono i sintomi più frequenti dell’infarto miocardico. Oppure un forte dolore addominale può   derivare da un’ulcera o da una  infiammazione all’appendice.
  • Dolore alla schiena: associato ad un dolore alla base delle spalle, generalmente è legato ad artrite, tuttavia può nascondere problemi cardiovascolari importanti e, nella peggiore delle ipotesi, se il dolore ha un esordio come una pugnalata alla schiena, potrebbe anche essere un aneurisma dell’aorta addominale.
  • Dolore al polpaccio: un dolore molto forte al polpaccio e rossore della pelle può essere sintomo di trombosi venosa profonda.
  • Dolore a piedi e gambe: il diabete può essere il male nascosto che provoca questi dolori.
  • Stanchezza, apatia e inappetenza: spesso sono sintomi e disturbi sottostimati, ma possono essere un allarme  dalla psiche e sono indicatori di depressione.
P.S. I contenuti di questo sito hanno esclusiva finalità di informazione e in nessun caso possono sostituire una consulenza medica di un professionista qualificato.